Caritas Cittadina Interparrocchiale Madonna del Mare

Tel. 0541 643213

SERVIZI OFFERTI GIORNI DI APERTURA ORARI
Ascolto e distribuzione alimenti martedì 9.00 – 11.00
Docce e distribuzione indumenti lunedì, mercoledì, venerdì 9.00 – 11.00
Mensa Tutti i giorni 11.30 – 12.00
Ascolto e distribuzione alimenti e indumenti

Barbiere
lunedì e venerdì

 

Ogni Quindici Giorni

15.30 – 17.30

 

9.30 – 12.00

Un pò di storia…

 L’associazione nasce nel 1999 e opera localmente nel settore socio-assistenziale. Sorge per iniziativa di tutte le parrocchie riccionesi e gestisce la sede Caritas cittadina offrendo un aiuto materiale alle persone in stato di bisogno che si rivolgono al centro, prevalentemente immigrati. Le attività dei volontari si dividono tra centro d’ascolto, abbigliamento, alimenti e le docce e servizio mensa.
La nostra Caritas interparrocchiale di Riccione è nata in occasione del Giubileo del 2000, come simbolo di carità e al contempo spinta verso la carità della comunità locale. Nel 2012 ci siamo scontrati con uno dei problemi principali che il nostro Paese si trova ad affrontare in questo particolare momento storico: l’emergenza lavoro. La mancanza del lavoro è una preoccupazione costante  ed  in crescita. Abbiamo notato come gli italiani siano aumentati in gran misura, basti pensare che sono 44  in più rispetto all’anno precedente: al Centro di Ascolto non si recano più solamente i gravi emarginati, ma anche persone che fino a qualche anno fa godevano di una situazione economica tranquilla. Le problematiche del lavoro sono tutte concentrate sul presente perché, causa i profondi cambiamenti del mercato, il futuro appare nebuloso ed impossibile da programmare.
La mensa, nata nel 2005, risponde al bisogno emergente di un pasto caldo per coloro che si trovano in difficoltà. Il 51% delle persone che usufruiscono dei pasti sono nostri connazionali, molti originari del nostro territorio, pochi invece vengono dal Mezzogiorno. Fra chi viene in mensa, ci sono anche dei pensionati, alcuni dei quali portano i resti del pranzo a casa, a dimostrazione che vivono una condizione di povertà diffusa. Abbiamo notato che alcuni uomini, rivoltisi ai nostri servizi, essendosi separati, cadono in depressione e tendono a perdere il posto di lavoro con più facilità.
Grazie alla collaborazione che è in atto con il progetto Brutti ma Buoni della Coop, il quale ha l’obiettivo di donare alla Caritas i cibi che, pur essendo ancora buoni, non sono vendibili perché difettosi nel packaging o perché prossimi alla scadenza, siamo riusciti ad offrire dai 30 ai 40 pasti al giorno. Abbiamo istituito inoltre una convenzione con l’Istituto alberghiero che prevede la possibilità di commutare le sospensioni degli alunni in lavori utili alla nostra mensa. Per contrastare la diffusa disoccupazione femminile, da otto anni a questa parte, abbiamo fatto nascere uno sportello badanti aperto settimanalmente.
Sul territorio riccionese, la Caritas interparrocchiale segue in prevalenza persone di passaggio, mentre i residenti vengono indirizzati verso le Caritas parrocchiali. Ogni parrocchia ha un Centro di Ascolto che prende in carico le persone che abitano nella zona. L’unica parrocchia che fa eccezione è quella di Gesù Redentore che segue anche le famiglie di Mater Admirabilis, dato che quest’ultima ha fatto nascere uno sportello Centro Aiuto alla Vita che si impegna a sostenere le mamme riccionesi.